27 marzo 2007

La parabola del buon contadino e del seminatore di vento
Le immagini del telegiornale di questa sera, mi hanno fatto ripensare ai contadini del mio paese.
Dovreste vedere la gioia e la soddisfazione che si legge nei loro volti quando, in primavera, osservano il frutto del proprio lavoro. Dopo un inverno trascorso a faticare sui campi, a dissodare la terra, ad ararla e a seminarla finalmente vedono i loro campi di grano tingersi di verde. Di fronte a questo spettacolo, la soddisfazione di aver fatto il proprio lavoro li riempie di orgoglio e la speranza di un buon raccolto allevia la stanchezza e allontana le preoccupazioni.

Anche ai nostri politici la primavera ha portanto i frutti del proprio lavoro.
Un lavoro duro e indefesso durato diversi anni nei quali hanno seminato odio, rancore, insicurezza, diffidenza, demagogia, disprezzo delle istituzioni, bugie e menzogne.
E così la Natura ha voluto premiare il loro zelo e il loro impegno in modo appropriato.

Oggi,infatti, è stata la giornata del "ringraziamento" al governo delle bugie e delle Frodi.
Una giornata di dure contestazioni e vivaci proteste da parte di studenti, militanti di partito e gente comune.
La cosa più significativa (che dovrebbe far riflettere la gente di buon senso) è che le critiche più feroci e le contestazioni più dure sono partite proprio dal cosiddetto "popolo di sinistra", cioè dai
loro elettori.

* A Firenze il ministro degli Esteri D'alemullah è stato contestato da alcuni studenti appartenti ad Azione Universitaria, un gruppo vicino ad An, che lo ha accolto con fischi e con alcuni simpatici striscioni: 'D'alemullah go home!' e 'niente lezioni da un governo di buffoni'.
Evidentemente in molti non hanno digerito la figuraccia cui è stata sottoposta l'Italia a causa della superficialità e della dabbenaggine di un ministro forse preocupato più della propria abbronzatura e delle vele della propria barca che del buon nome del Paese che indegnamente
rappresenta.

* A Roma il ministro Mastella è stato contestato dai collettivi di Giurisprudenza e Trans-lesbo-gay dell'ateneo La Sapienza.
Secondo queste persone, affossando la legge sui Dico, il ministro campano verrebbe meno agli impegni presi firmando il programma dell'Unione.
Non hanno tutti i torti, ma è anche vero che il programma dell'Unione non esiste più.
E' stato sostituito dai 12 comandamenti, nei quali, effettivamente, non sono menzionati né i DICO né i PACS.
Nonostante ciò, tutti coloro che si sentono usati e traditi dall'Unione se la prendono con Mastella e non con chi ha imposto i comandamenti.

* A Roma, sempre all'Università La Sapienza, il presidente della Camera, Fausto Bertinotti, è stato contestato da una cinquantina di studenti del Coordinamento dei collettivi i quali hanno pacificamente urlato 'Assassino, assassino', ma anche 'Vergogna, buffone'. Tutte queste persone ancora non riescono a capacitarsi del fatto che le guerre d'occupazione in Iraq e in Afghanistan contro le quali avevano manifestato e sventolato la banderuola della pace, siano, all'improvviso, diventate missioni di pace.
In buona sostanza anche loro si sentono usati e presi per i fondelli dai propri rappresentati.

* A Milano più di 50 mila persone, guidate dal sindaco Moratti, hanno sfilato pacificamente per cercare di sensibilizzare il governo affinché compia sforzi maggiori per garantire la sicurezza dei
cittadini. Il sindaco Moratti ha affermato: 'Siamo qui per dire al governo che è ora di cambiare la sua politica'. Gli organizzatori della manifestazione sono stati duramente criticati da alcuni esponenti di sinistra, gli stessi che hanno permesso che intere città finissero in mano alla criminalità.

Come mai, in un solo giorno, migliaia di persone di tutta l'Italia hanno deciso di far sentire la propria voce e di protestare contro un governo che ritengono ingiusto e inaffidabile?

La morale della favola è molto semplice: "Il buon contadino, in primavera, inizia a vedere i frutti del proprio lavoro, il seminatore di vento invece... inizia a raccogliere la tempesta".

SìGlobal

1 Comments:

Anonymous Francy said...

Ciao bello, come stai?
Ottimo post questo! Ottimo e soprattutto vero!
Spero di sentirti presto!
Baci
Francy

4:12 PM  

Posta un commento

<< Home