21 dicembre 2007

Considerazioni sulle intercettazioni pubblicate da "la Repubblica"
Penso che tutti abbiate ascoltato le intercettazioni telefoniche pubblicate da la Repubblica.
Cosa c'è di penalmente rilevante in quello che avete ascoltato ?

La cosa più grave che emerge è che sono state raccomandate due attrici.
Questa è sicuramente una cosa riprovevole che si deve criticare, ma è davvero strano che i giornali gridino allo scandalo per queste intercettazioni e trascurino invece gli orrori di un governo che sta mettendo in ginocchio l'Italia.
C'è un governo immobile, indeciso e litigioso che sta affossando il nostro Paese e cosa si fa?
Ci si lamenta per la raccomandazione di due attrici.
Ma siete sicuri che i leader della sinistra non abbiano mai raccomandato nessuno?

Ancora una volta le inchieste di Repubblica si dimostrano fondate sul nulla ed evidenziano l'intento di distogliere l'attenzione dei cittadini dai veri problemi del Paese.
Come mai Repubblica continua a difendere questo governo che non è più sostenuto nemmeno dai suoi ministri e dai membri della maggioranza?
Come mai la Magistratura diffonde in modo così tempestivo le intercettazioni che riguardano solo alcuni esponenti politici?

Quello che dovrebbe allarmarci è questa oscura alleanza tra editoria e magistratura che continua a condizionare negativamente la vita politica italiana.
Stiamo all'erta !!!

Sìglobal

6 Comments:

Anonymous GianniN said...

Ciao, lo scandalo non sono le 2 attrici raccomandate, ma il fatto che c'e' stato un voto di scambio, cioe' si sono comprati voti con questa raccomandazione.

E' poi quella che definisci oscura alleanza tra editoria e magistratura, esiste in tutti i paesi, solo in in Italia fa ribrezzo, chissa poi come mai.

In Italia con 3 gradi di giudizio, si ha la possibilita di uscire pulito dal processo ben 9 volte (tra GIP e GUP), se uno alla fine viene giudicato colpevole forse un motivo ci sara', oppure ben 9 giudici erano di parte.

Saluti

1:58 PM  
Anonymous Anonimo said...

Voti comprati?
A me sembra che Berlusconi non abbia fatto altro che fare le stesse promesse che la sinistra ha fatto a Follini... per esempio.

L'oscura alleanza è presente in altri paesi? Ma quando mai.
E' un malcostume tipicamente italiano che sta condizionando negativamente la vita politica italiana.

Fino a prova contraria chi ha fatto trasferire magisrati e avocare nchieste sono stati Prodi e Mastella.

Le assoluzioni di Berlusconi sono invece sotto gli occhi di tutti.

Resta il fatto che non si possono usare due pesi e due misure.
A Berlusconi non viene perdonato niente e viene attaccato da tutte le parti, mentre alla sinisra sono concesse tutte le ILLEGALITA' del mondo.

La raccomandazione di due veline/attrici mi sembra una cosa sicuramente riprovevole... ma molto meno grave del ridurre il Paese in un cumulo di macerie.
Il cancro di questo Paese è il governo delle Frodi e dell'indulto.


SìGlobal

8:35 PM  
Anonymous Francy said...

Ciao bello come stai?
Tanti auguri di buon Natale!
Bacio
Francy

11:35 AM  
Anonymous Anonimo said...

Ciao Francy,
che bella sorpresa, mi fa piacere risentirti.
Spero che anche tu possa trascorrere un Natale sereno e delle bellissime vacanze.
a presto

sig.

11:59 AM  
Anonymous Paolo1028 said...

Questa intercettazione dimostra che Berlusconi abbia avuto contatti con la RAI, o almeno ne avvale l'ipotesi. Il fatto è assai grave, perchè minaccia la libertà di d'informazione, naturalmente Berlusconi non è l'unico che vuole mettere mano al'informazione, ma ogni politico dovrebbe farlo e noi cittadini dovremmo fare in modo che ciò non avvenga. Durante l'era berlusconiana tutti sappiamo come l'editto bulgaro abbia cacciato dalla rai Biagi e Santoro, e la telefonata, se ascoltate bene dimostra che può ancora interferire nella televisione pubblica.

4:45 PM  
Anonymous Anonimo said...

Nessuno ha deto che sia giusto interferire con la Rai, è una cosa da condannare come sono da condannare le raccomandazioni.
Ma fin quando a nominare i vertici della Rai sarà la politica questa cosa è INEVITABILE per questo è da ipocriti lametarsi se a farlo è Berlusconi e stare zitti quando lo fanno tutti gli altri.

E' anche bizzarro che alcuni giornali come Repubblica invece di invitare l'opinione pubblica a riflettere sulla crisi economica che sta avvolgendo il Paese, sull'immobilismo del governo e sul trasferimento coatto di giudici e magistrati, attacchi il leader dell'opposizione.

Chi ha interesse affinché affinché non cambi lo stato delle cose?

Io ho provato ad avanzare delle ipotesi... nessuno ancora mi ha contraddetto nel merito.

SìGlobal

5:24 PM  

Posta un commento

<< Home